News | Di passaggio | 2012

Inaugurazione Mercoledì 4 Aprile 2012 ore 19.30

Di passaggio

Galleri Studio Legale
Via Vittorio Imbriani, 48 (Palazzo Bivona) Napoli (NA)

Cult-de-sac
di Antonello Tolve

Le morbide ed esili figure consegnate da Michele Attianese (1976) in questo suo nuovo progetto mostrano un mondo attraversato dal tempo. Segnato da macchie labirintiche, da ingombri visivi, da una impasse silenziosa che mostra, via via, un necessario cult-de-sac.

Con Memorie di zucchero e Autoricordi, l'artista evidenzia, difatti, un'attitudine compositiva che, se da una parte leviga gli spazi della vita per sovratemporalizzarne la contingenza, dall'altra costruisce un discorso muto [Cage e Di passaggio (due opere nate in dialogo con recente lavoro, Black Tarantella, di Enzo Avitabile) ne sono esempi luminosi] accentuato dall'azzeramento cromatico.

Personaggi che si mostrano come apparizioni (come comparse silenziose che cercano prepotentemente un nome). Paesaggi ambigui. Bambini che richiamano alla memoria alcuni brani compositivi messi in campo da Elio Waschimps.
Al riconoscimento squillante di luoghi ed occasioni Attianese contrappone, poco a poco, segni e segnali stranianti per dar luogo a una piacevole e accattivante defamiliarization che scansa l'equivoco della figurazione tout court per schiudere un discorso sulla costruzione di scenari metafisici. Di visioni sovrastoriche in cui elaborare piacevoli formule che richiamano alla memoria una figura, quella dell'остранение, messa in campo da Viktor Shklovskij nel 1917. Ma anche un gusto geometrico che tradisce la composizione per vie traverse: e cioè mediante le tracce irresistibili di una citazione coltissima. Una geometria raffinata – sfuggente e fuorviante – che si insinua, con destrezza, all'interno d'una procedura linguistica ideale per far nascere, di luogo in luogo, una nuova (piacevole) possibilità di relazione tra ambiti e ambienti artistici differenti, irresistibilmente divergenti.

 
NEWS